venerdì 30 maggio 2014

26/11/'63 (Stephen King)

File:11-22-63.jpg
11/22/63 è un romanzo di Stephen King scritto nel 2011. King a me piace molto, nonostante sforni bestseller a raffica, ho trovato tutti i suoi libri che ho letto di buona qualità. Questo però mi ha colpito come uno dei migliori e mi ha preso così tanto che ho paura di non riuscire a dare un giudizio del tutto obiettivo.
La trama: Jake Edding, un professore di lettere, scopre che Al, il gestore della sua tavola calda preferita, nasconde un segreto. Infatti nella sua dispensa c'è un passaggio che riporta chiunque lo attraversa alla stessa data e ora, le 11:50 del 9 Settembre 1958. Al rivela al protagonista di essere gravemente malato e lo prega di compiere al suo posto la missione che si era prefisso: impedire l'assassinio del presidente Kennedy, avvenuto il 22 Novembre 1963.
Non voglio dirvi di più e vi sconsiglio di leggere riassunti più completi (vi avverto, quello di Wikipedia è uno spoiler dietro l'altro), vi togliereste solo il piacere della lettura. E la lettura è davvero piacevole! I personaggi di King sono sempre estremamente umani e credibili, la ricostruzione della vita a fine anni '50 negli Stati Uniti è fenomenale, si possono quasi sentire gli odori e i sapori, e la dinamica dei viaggi nel tempo con le sue regole da sola basterebbe a creare una serie di colpi di scena mozzafiato.
Visto che parliamo di King, vi chiederete se ci sono parti horror o splatter (specie se come me siete sensibili alle budella che vagano impazzite). No, per niente, però è un libro che non si può incasellare in un genere ben preciso: ci sono avventura, amore, mistero, accenni di fantascienza e così via. Su tutto però aleggia quel senso di inquietudine che minaccia la trama del reale che è il marchio di fabbrica di King.
Il finale è un'esplosione di fuochi d'artificio. Non era quello che pensavo e nemmeno quello che avrei voluto, eppure ci sta veramente bene. Mi sto ancora riprendendo.
Assolutamente da leggere!!!

Voi l'avete letto? Cosa ne avete pensato?

6 commenti:

  1. Ciao Piperita Patty tua nuova follower Arwen del Rifugio degli Elfi - ora ti seguo in tutti e tre i tuoi blog anche qui dai Dinosauri. Gran belle creature - anche se dovendo scegliere preferisco i Draghi !
    -passa dal me al Rifugio degli Elfi - dove troverai a questo link anche gli altri due miei blog http://ilrifugiodeglielfi.blogspot.it/p/i-miei-blog.html sei caldamente invitata a passare e se ti piacciono a diventare follower
    Buona domenica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, passerò sicuramente a trovarti :D

      Elimina
  2. Ciao Piperita Patty. Due cose che adoro di te senza aver fatto altro che leggere questo tuo post? Il tuo nome ( il mio personaggio preferito dei Peanuts che sono la mia lettura preferita) e Stephen King un altro mio prediletto. Questo romanzo però mi manca... sarà che se ci sono poche budella volanti non c'è gusto? :D. Tornerò presto per altre tue recensioni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, grazie mille! Io ammetto di non essere una grande fan delle budella al vento, quindi per ora sto andando sul King più soft.

      Elimina
  3. Ciao Piperita!
    Tranquilla, in King non troverai mai horror spinto e budella vaganti, te lo dice una persona che ha letto tutti i suoi libri. L' orrore che descrive è quello quotidiano, niente splatter fastidioso ed eccessivo :)
    Comunque questo è uno dei suoi libri più belli, gli ultimi sono un po' scadenti... Per la laurea mi hanno regalato Revival, spero meriti :)
    - Kurama -

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fantastico, allora mi lancio ancora più a fondo, avevo giusto voglia di leggere qualcosa di suo (appena finisco la saga fantasy svedese che sto leggendo).
      In effetti The Dome che è recente non mi è piaciuto molto, spero che Revival ti piaccia!

      Elimina